Cross: successi per la runners

Grande successo per i ragazzi e le ragazze della Runners Chieti.

A Pescara, nella seconda prova del campionato regionale di cross Fidal assoluti, le ragazze della Runners Chieti conquistano il secondo posto di squadra con 288 punti, dopo la bella prima prova svoltasi a gennaio ad Avezzano. Primo posto per Unione Atletica Abruzzo con 297 punti.

Impresa nel campo maschile: nella prima prova di Avezzano, causa diversi infortuni durante la gara, la compagine degli uomini si era classificata al quarto posto. Nella prova di ieri invece, i ragazzi hanno dato il massimo, recuperando ben due posizioni e concludendo le due prove al secondo posto assoluto!

Questa la classifica finale:

281 punti per Aterno Pescara

278 punti per la Runners Chieti

270 per Passologico.

Sia le donne che gli uomini, sono qualificate per la fase nazionale di Campo Bisenzio del 15 Marzo.

 

In contemporanea, sul duro percorso del “Villa e Valli winter trail”, ottime prestazioni per i tesserati della Runners. Ottimo 2° posto assoluto per Sara Di Prinzio, tra le altre donne Lanaro Catiuscia.  Primo uomo della società, Gabriele Di Quilio 2° M 55. Buone indicazioni anche per Renzo Di Nardo, Giuseppe Carinci, Manfredo De Pamphilis, Nicola Rapino.

Domenica prossima, appuntamento a Cassino per il campionato italiano cross Fidal master, appuntamento a cui la runners Chieti sarà presente in buon numero. Presenza anche al trail del Monte Labbrone a Trasacco.

Strateaterno Cross Country 2020

Con un mese in anticipo rispetto alle edizioni precedenti, ritorna la STRATEATErno Cross Country, manifestazione di cross curata dalla nostra società. Appuntamento di apertura del Corrilabruzzo 2020 (oro 50 punti). Solito pranzo convenzionato e qualche novità…

Vi aspettiamo al centro sportivo Teaterno a Chieti Scalo (fine zona industriale Selvaiezzi).

 

Tesseramenti 2020

Nell’augurare nuovamente un buon 2020 a tutti, comunichiamo che è aperta ufficialmente la campagna tesseramenti per la nuova stagione.

VIENI A VIVERE CON NOI la 40a stagione sportiva della nostra storia. Tu sei la storia, tu fai la storia.

Inviatiamo tutti gli interessati, a contattare i dirigenti.

Ultimo allenamento dell’anno

Il 29 Dicembre, con ritrovo al percorso Vita dell’Università D’Annunzio a Chieti, si è riproposto il canonico allenamento di fine anno, aperto a tutti.

Sono stati tanti, come sempre, gli atleti che per un giorno hanno voluto mettere da parte gli orologi e correre tutti insieme. Allenamento in amicizia a Chieti Scalo per poi tornare nuovamente al percorso vita per una degna cocnlusione: gli auguri di buon anno nuovo.

Tra panettoni, dolci, bibite calde e… apertura dello spumante per il canonico brindisi di Buon Anno.

Buon anno a tutti i nostri atleti e rispettive famiglie, buon anno a tutte le società di atletica, buon anno a chi ci vuole bene.

Conclusione stagione sportiva

Il 15 Dicembre, con il solito appuntamento di fine anno con tutti gli atleti e famigliari, abbiamo chiuso la stagione sportiva 2019, la numero 39 della nostra storia.

Sono stati premiati molti atleti, nel solito clima che caratterizza gli atleti Runners Chieti.

Ci teniamo a ringraziare tutti coloro che hanno dato vita a questa annata, dal primo all’ultimo. A chi ha brillantemente vinto gare, a chi è arrivato ultimo in classifica, passando per coloro che hanno scelto di correre con noi per trovare nuovi amici, per una sfida personale con il proprio fisico o chi contro il cronometro, grazie, grazie, grazie a tutti voi!  Grazie anche alle mogli, fidanzate o parenti che hanno appoggiato i tesserati nella pratica di questo fantastico sport.

Il 2020 è alle porte e per noi c’è la sfida dei 40 anni. Non è facile resistere così tanto sulla “cresta dell’onda”. Sentiamo la fatica degli anni, ma nel 2019, come nel prossimo 2020, la voglia e la passione è la stessa del primo giorno in cui la società è stata fondata nel lontano 1980. Abbiamo stravinto ovunque, abbiamo girato tutta l’Italia ed il mondo, ormai non c’è parte del mondo in cui non siamo stati.

Invitiamo tutti coloro che vorranno vivere questa avventura con noi a contattarci per la campagna tesseramenti 2020.

Gloria campionessa Italiana

Nella bella trasferta di Trani, Gloria Ciccotelli ha conquistato il primo posto di categoria nella Trani in corsa, gara valida quale campionato italiano F.i.d.a.l. di maratonina. Alla nostra Gloria vanno i nostri complimenti !!

Trai risultati più eclatanti, troviamo:

Sara di Prinzio 7a F 35

Serena Marcucci 14a F 35

Francesca Caramanico 17a F 35

Barbara Spadaccini 8a F 45

Lorella Bassani 8a F 50

Aceto Marilena 11a F 50

Lidia Scenna 7a F 55

Giancarlo Placido 13° M 55

Quintino Bucci 9° M 70

Antonio Coletti 14° M 70

Pace Enzo 22° M 70

Infine, premiata prima, ma fuori dal campionato master, Gloria Lufrano per la categoria JF. Oltre 2.300 gli atleti regolarmente arrivati al tragurado posto nell’affascinante porto di Trani.

Manifestazione percorsa su un tracciato non facile, nella parte iniziale e finale con molte curve e corsa sulle chianche, la tipica pavimentazione della Città pugliese che non ha reso per nulla facile la corsa; mentre un lungo rettilineo nella tre quarti di gara dove gli atleti hanno dovuto far ricorso al tipico “fattore mentale”, si è aggiunto anche l’inaspettato gran caldo che ha condizionato anche il fattore cronometrico. In ogni caso e come sempre, complimenti a tutti i componenti della spedizione, grazie a tutti !

Vittorie Runners

Sabato è stata una giornata storica per la nostra società poiché Pierino Barbonetti ha conquistato il campionato del mondo nella categoria M 70 di corsa in montagna, quest’anno corsa in Italia a Gagliano del Capo (Lecce). Nel Trofeo Ciolo, Barbonetti ha dovuto correre 6,5 Km prevista per le categorie da M 60 in poi. Si è classificato 7° assoluto, mentre i primi sei sono stati tutti della categoria M 60, ma ciò nonostante il primo classificato ha distanziato il nostro Pierino di 2 minuti e 40 secondi.

Al Roccaraso Trail, 8 i nostri atleti impegnati nelle due distanze previste di 14 e 24 km: Nel percorso corto, gara vinta dal nostro Guido Barbuscio che ha tagliato per primo sul suo percorso naturale, l’off road in 1:21:21. Prima donna in fucsia Stefania Maccarone che ha chiuso in 2 ore e 12 minuti. Nella lunga distanza, Quintino Bucci, sui sentieri di casa ha chiuso in 3 ore e 43 minuti, mentre Stefania Petaccia in 4 ore e 55.

Ovidio Running, tappa valevole per il Corrilabruzzo Giosport: società premiata come primo gruppo più numeroso. Grande prestazione per Paride Trulli, terzo assoluto su un podio dove i primi tre se la sono giocata sul filo dei secondi. Giancarlo Placido ed Alessandro Micomonaco tra i 20 assoluti. Mariateresa Manias quarta donna assoluta con Barbara Spadaccini a seguire.

Tra i primi tre delle categorie troviamo: Vittorio Lufrano 2° M 16, Antonio Bucciano 2° M 35, Enzo Pace 3° M 70; Cristiana Lufrano 2° F 16, Gloria Lufrano 4° F 16, Francesca Caramanico 1° F 35, Aceto Marilena 1° F 50, Daniela D’Artista 1° F 60

Nel Trofeo Piane d’Archi, presenti con 9 atleti, gara percorsa nel pomeriggio.

Marco Di Tommaso 6° assoluto, Mauro Gelormini al 9°, Gianluca Luciani al 27°. In questa manifestazione, non abbiamo avuto donne partecipanti.

Nell mezza maratona di Haarlem (Olanda), sotto una pioggia incessante, gara portata al termine per Lucia Del Rosario.

Pierino Barbonetti sul tetto del mondo !

E’ in svolgimento a Gagliano del Capo (Lecce), il campionato del mondo di corsa in montagna Fidal.

Il nostro Pierino Barbonetti si è appena luareato (nuovamente) CAMPIONE DEL MONDO nella categoria M 70 di corsa in montagna 2019. Medaglia d’oro quindi dopo aver percorso agevolmente i 6,5 Km che dal mare del ponte “Ciolo”, si è inerpicato fin sul al paese di Gagliano del Capo. Gara conlcusa in poco meno di 36 minuti, sugli stessi sentieri che nel 2015 lo hanno visto trionfare al campionato italiano di specialità.

Per il nostro “camoscio” Pierino, ormai abituato a dominare sui percorsi lontani dall’asfalto, vanno tutti i nostri complimenti, di tutti i compagni di squadra della Runners Chieti, siamo orgogliosi di te.

PIERINO WORLD CHAMPION

Week end strepitoso: “doppio” Ruggiero e Barbonetti su tutti

E’ stato davvero un bel fine settimana quello vissuto per la nostra compagine. Ci si immaginava una piccola frenata di presenze dopo le abbuffate estive ed invece, siamo stati presenti ovunque e con grandi risultati.

Sabato pomeriggio al trail di Barrea (AQ), strepitoso Antonio Giulio Ruggiero che si è aggiudicato la gara, tagliando per prima il traguardo davanti a Lamiri e Giovannangelo. Ottima seconda posizione assoluta per Sara Di prinzio, con Franca Ruzzi 1a F 45, Sandro Checchia 1° M 50 e Quintino Bucci 1° M 70.

Sempre sabato, ma a Molveno (Trento), missione compita per Roberto Di Nallo che ha portato a casa la medaglia del trail corto (45 Km) della Dolomiti Brenta Trail.

Sabato mattina doppio podio assoluto maschile: nel trail corto di Santa Chelidonia svolto a Subiaco, ancora Pierino Barbonetti (M 70) è andato a vincere la gara compredno i 14 Km previsti in 1:31:41.

In contemporanea, questa volta a Canosa Sannita per una tappa del Corrilabruzzo Giosport, Antonio Giulio Ruggiero ha nuovamente conquistato il primo posto assoluto nel giro di 18 ore, nuovamente con Giovannangelo della Sorgente. Migliore donna, ancora una volta l’inossidabile Barbara Spadaccini.

La Runners Chieti, con 42 arrivati ha conquistato la classifica delle società. Giornata particolarmente felici per tanti nostri tesserati che quest’anno, per motivi di lavori sulle strade del paese, hanno trovato il percorso modificato e da correre al contrario rispetto al solito

Tra i primi tre di categoria, segnaliamo:

Cristiana Lufrano 1° F 16

Elena Tammaro 1° F 60

Riccardo Cianfrone 1° M 16

Marco Di Tommaso 1° M 35

Alessandro Micomonaco 1° M 40

Giancarlo Placido 1° M 55

Franco Di Tommaso 1° F 70

Valentina D’Urbano 2° F 45

Lorelal basaani 2° F 50

Daniela D’Artista 2° F 60

Vittorio Lufrano 2° M 16

Patrizio Marcucci 3° M 40

Salvatore Marchegiano 3° M 45

Domenico De Leonibus 3° M 60

Nel pomeriggio, per il circuito Uisp, al lido Riccio di Ortona siamo stati presenti con 8 atleti per una manifestazione sulla sabbia-asfalto. I migliori di giornata sono stati Aceto Marcello e Marilena Aceto.

Come al solito, grazie a tutti i nostri atleti !

Intervista a Barbonetti

Questo il testo dell’intervista rilasciata da Pierino Barbonetti alla testata “Il centro” mercoledì 28 Agosto 2019 a firma di Giammarco Giardini e che ovviamente ringraziamo.

CHIETI. Il guru della montagna. Un campione senza età. A 71 anni, Pierino Barbonetti corre come una scheggia e riesce a tenere testa a tanti podisti più giovani. È successo anche domenica scorsa al Trail del Monte Rotondo, gara podistica a Tocco da Casauria, dove Barbonetti è arrivato terzo, percorrendo 16 km in 2h08’22’. Lo chiamano il “camoscio” dei runners perché in montagna va ancora forte, nonostante l’età. È nato a Borgorose, paese in provincia di Rieti al confine con l’Abruzzo, a 700 metri d’altitudine. Dal 2010 è tesserato con la Runners Chieti del presidente Attilio Di Boscio e con la canotta neroverde corre tra le montagne, togliendosi le sue soddisfazioni. Come quella del 2016 quando divenne campione del mondo di corsa in montagna Master a Susa, in provincia di Torino.

«È da quando ero ragazzino che corro, è una passione che ho nel dna», racconta Barbonetti. «Me l’ha trasmessa mio padre e l’ho coltivata fino a 28 anni. Ho fatto secondo alla maratona di Roma nel 1977 e andavo forte già da allora». A tal punto da sfiorare la qualificazione alle Olimpiadi di Mosca nel 1980. «L’allora direttore tecnico della Nazionale rimase impressionato dalle mie prestazioni e disse che avevo strappato il biglietto per le Olimpiadi di Mosca», spiega Barbonetti, «ma io a 28 anni dovetti smettere con le gare competitive per motivi di famiglia e di lavoro». Ma la passione per la corsa non è mai finita. «No, quella mai. Ho ripreso a correre a 60 anni, quando sono andato in pensione. Volevo rimettermi in gioco e devo dire che vado ancora forte anche oggi che ho 71 anni. Il segreto? Me lo chiedono tutti», sorride “il camoscio”. «Cerco di non fumare e di mangiare sano. Mi alleno un giorno sì e l’altro no, e partecipo a una gara a settimana. È tutta una questione di testa. Bisogna avere la mentalità giusta e sapersi gestire».

Il suo modo di affrontare le gare, infatti, è cambiato. «Prima partivo subito forte e non vedevo più nessuno dopo pochi chilometri. Ora parto piano, nei primi 3-4 chilometri mi scaldo e poi vado forte». Domenica il terzo posto a Tocco da Casauria, con l’arrivo sul Monte Rotondo, a 1460 metri di altitudine. «In cima ero secondo, poi in discesa avevo paura di cadere e non ho voluto rischiare per non compromettere i Mondiali Master di corsa in montagna che si terranno a fine settembre a Gagliano del Capo, in provincia di Lecce».

La corsa e la montagna, due grandi passioni. Quando ci sono gare in altitudine, tutti chiedono informazioni al “guru” Barbonetti. «La montagna è la mia vita, sono cresciuto sui monti. Corro anche su strada, ma farlo in mezzo ai boschi è tutta un’altra cosa: fa bene alla salute». Se a 71 anni è ancora uno dei primi a tagliare il traguardo, c’è da credergli. (g.g.)